Territorio

LO SAPEVI CHE…

Le azioni sul territorio sono regolate da tre strumenti di pianificazione:

  • A livello regionale dal Piano Territoriale Regionale (P.T.R.)
  • A livello provinciale dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (P.T.C.P)
  • A livello comunale dal Piano di Governo del Territorio (P.G.T.)

L’Amministrazione Comunale di Brescia ha recentemente approvato la variante generale del proprio Piano di Governo del Territorio.

COSA NE PENSA LEGAMBIENTE?

Legambiente ha espresso il proprio netto dissenso riguardo al Piano di Governo del Territorio approvato dalla precedente Amministrazione perché redatto ignorando i più elementari criteri di tutela ambientale (zero consumo di suolo, tutela e riqualificazione ambientale, mobilità sostenibile).

Legambiente ha chiesto con forza che il P.G.T. venisse annullato e si procedesse con la redazione di un nuovo P.G.T. che assumesse come priorità la tutela ambientale.

L’attuale Amministrazione ha ritenuto invece di mantenere l’impianto del P.G.T. vigente, pur apportandovi sostanziali variazioni.

Legambiente ritiene che si sarebbe potuto fare molto di più e meglio e che il risultato sia ancora lontano da un vero progetto di riconversione ambientale della città.

COSA PUOI FARE COME CITTADINO?

Ogni cittadino dovrebbe vigilare sulle aree di trasformazione del proprio territorio cercando di informarsi su quanto previsto dagli strumenti urbanistici (Legambiente offre un valido aiuto per poterlo fare).

Troppo spesso ci si trova a protestare per situazioni ormai compromesse, quando invece un’azione tempestiva avrebbe potuto fermare sul nascere le dinamiche negative.

Partecipare alle varie iniziative a sostegno dell’approvazione delle osservazioni alla variante del P.G.T. presentate dalle associazioni e dai comitati ambientalisti in modo da contribuire alla loro approvazione.

COSA POSSONO FARE LE SCUOLE?

Il primo passo della tutela ambientale nasce dalla conoscenza e dal senso di appartenenza al proprio territorio.

Le scuole hanno il compito di promuovere negli alunni la conoscenza dell’ambiente che li circonda in modo da formare cittadini per i quali sia “naturale” viverlo, amarlo e difenderlo.

COSA POSSONO FARE LE AMMINISTRAZIONI?

Le Amministrazioni devono finalmente porre la tutela ambientale come criterio di valutazione irrinunciabile per ogni ipotesi di trasformazione del territorio.

Si deve superare la logica del compromesso tra interessi e tutele, avendo la consapevolezza che il degrado ambientale del territorio è ormai giunto a un limite invalicabile.

Scarica la scheda in formato PDF

Nota CRCS sul Consumo di suolo nei comuni rivieraschi del Lago di Garda

Annunci